LOGO-OMNIA
LOGO-OMNIA

Dalle rocce ai castelli: quelli che ci sapevano fare.

Dalle rocce ai castelli: quelli che ci sapevano fare.

Le prime tracce di "sostenibilità" sono da ricercarsi nelle antiche culture. Sembrerà banale dirlo, ma tutte le antiche civiltà dovettero la loro grandezza a due fattori principali: la simbiosi con il loro habitat e il sapiente uso delle risorse che esso forniva.

 

Le prime tracce di "sostenibilità" sono da ricercarsi nelle antiche culture. Sembrerà banale dirlo, ma tutte le antiche civiltà dovettero la loro grandezza a due fattori principali: la simbiosi con il loro habitat e il sapiente uso delle risorse che esso forniva.

Basti pensare all'Egitto, l'uso regolato ma rispettoso dei cicli naturali del grande fiume Nilo era la base della loro economia agricola, oppure ai Fenici, che impararono a coesistere con l'ambiente marino, fino a divenirne i principali fruitori.

Un altro esempio curioso sta nella storia più remota della Sardegna. Ancora oggi, quanti visitano l'isola sono soliti esclamare "Questa terra è bellissima, ma....quanti sassi!". Beh, per gli antichi sardi questo era un vantaggio, e non di certo secondario.

Difatti, quelle popolazioni risposero alle loro esigenze abitative e produttive proprio con la conoscenza e il rapporto simbiotico con la natura, sfruttando quello che la loro terra offriva. Ossia tanti sassi e rocce. Materie con cui costruire abitazioni, recinti e ovili, non ultimo i poderosi Nuraghi, che sfidano il passare del tempo grazie alla solidità del materiale e alla perizia di chi li ha costruiti.

Ma in ogni caso non bisogna credere che questa sostenibilità sia andata perduta, o almeno non del tutto. Sono ancora piuttosto frequenti gli incontri, nelle aree più interne e rurali della Sardegna, con delle opere umane frutto di questi antichi saperi. Si ha la possibilità di vedere e toccare muri a secco, terrazzamenti, recinti per il bestiame e anche abitazioni realizzate con la medesima tecnica costruttiva delle popolazioni nuragiche. Ma forse l'esempio più lampante di questo sta nei "pinnetos", ossia le abitazioni dei pastori, costruite in maniera tale da farli sembrare dei nuraghi in miniatura. Un'esempio, o meglio una solida testimonianza, di come il principio della sostenibilità non sia solo una necessità dei tempi moderni, ma una vibrante testimonianza dei risultati ottenibili tramite una fruizione responsabile del proprio territorio.

Pierluigi Tula: Nato a Nuoro nel 1986. Ha studiato e conseguito la laurea in Scienze Politiche all'Università di Sassari. Facendo di necessità virtù, ha messo il tempo, la passasione, le sue risorse e conoscenze a disposizione della Omnia Green Services per rilanciare la sua terra e non rassegnarsi passivamente a lasciarla.

 

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.